18 Ottobre 2021

Radio Enny Sound

il suono della musica

Il significato e il testo di Mastroianni, con cui i Sottotono tornano protagonisti in radio

Da qualche settimana “Mastroianni”, il singolo che segna il ritorno dei Sottotono è in testa alle classifiche delle canzoni più trasmesse dalle radio italiane. La canzone ha segnato il ritorno in grande stile di una delle band che ha scritto pagine importanti del rap italiano, segnando il passo negli anni 90 e tornando più attuali che mai.

Da qualche settimana “Mastroianni“, il singolo che segna il ritorno dei Sottotono è in testa alle classifiche delle canzoni più trasmesse dalle radio italiane. La canzone ha segnato il ritorno in grande stile di una delle band che ha scritto pagine importanti del rap italiano, segnando il passo negli anni 90 e tornando più attuali che mai, anche grazie a una canzone scritta da Tormento, Calcutta e Davide Petrella, con le musiche di Big Fish e Francesco Katoo Catitti. Tormento e Big Fish, insomma, dimostrano di poter essere ancora competitivi a livelli altissimi, non solo da solisti, come fatto in questi ultimi anni, ma anche con il progetto che li ha lanciati.

Perché il riferimento a Mastroianni
Con le sue firme d’autore “Mastroianni” sembra scritta partendo dall’eco di “Tranquillo“, quando Tormento cantava della tranquillità di svegliarsi una domenica mattina a fianco alla donna amata. E le atmosfere da cui parte Mastroianni sono proprio quelle del risveglio, anche se è il risveglio dopo un litigio, dopo un temporale (che fa un po’ il paio con il campo semantico dell’inverno di Tranquillo). Ma il tenore dei due brani è diverso, appunto, perché qui la tranquillità lascia il campo all’inquietudine e alle incertezze, all’amore, certo, ma quello della pace dopo la tempesta. Il riferimento a Mastroianni potrebbe nascere dalla sua interpretazione di Guido Anselmi, protagonista di “8 ½” di Federico Fellini, e in particolare dallo scambio di battute con Claudia Cardinale, quando lui le dice: “Perché soprattutto non mi va di raccontare un’altra storia bugiarda“.