21 Settembre 2021

Radio Enny Sound

il suono della musica

Gianni Morandi presenta L’allegria: “Dopo l’incidente Jovanotti mi ha fatto un regalo stupendo”

Il ritorno di Gianni Morandi, dopo lo spavento del ricovero per ustioni, è segnato dall’Allegria in tutti i sensi. Dopo lo spavento per l’incidente che lo ha costretto a restare un mese in ospedale, Morandi è tornato a presentare dal vivo, ai giornalisti, il singolo scritto da Jovanotti e prodotto da Rick Rubin.

Il ritorno di Gianni Morandi, dopo lo spavento del ricovero per ustioni, è segnato dall’Allegria in tutti i sensi. Dopo lo spavento per l’incidente che lo ha costretto a restare un mese in ospedale, a causa delle ustioni dovute alla caduta tra rami secchi a cui stava dando fuoco, Morandi torna a presentare dal vivo, ai giornalisti, il singolo scritto da Jovanotti e prodotto da Rick Rubin. Una canzone che rappresenta l’immagine che Morandi ha nel paese, quella di un cantante col sorriso sempre stampato sul volto, un po’ come per il suo sodale Jovanotti, che del sorriso ha fatto una delle sue principali caratteristiche, anche in musica.

Quando nasce L’Allegria
L’Allegria nasce proprio durante la degenza del cantante all’ospedale di Bologna; era un po’, spiega Morandi, che voleva collaborare con Jova e stavano cominciando a parlarne quando è avvenuto l’incidente, ma appena tornato a casa Jova gli ha proposto questa canzone: “Già da un po’ di tempo avevo chiesto a Jovanotti una canzone, visto che non incidevo da un po e lui ha detto ‘Ok, ci penso’. Poi mi è successo un incidente, mi sono ustionato dappertutto, pure piuttosto grave, sono andato in ospedale, sono stato un mese, poi un paio di settimane fa una sorpresa, mi ha chiamato e ha detto: ‘Mi è venuta un’idea, ho questo pezzo pieno di energia, di forza, di allegria’, l’ho richiamato, gli ho detto che mi piaceva molto e abbiamo registrato, missato, fatto un video improvvisato nello studio e la canzone è uscita. Ritengo che questo sia un regalo meraviglioso che mi ha fatto, questa canzone mi fa bene all’umore, mi fa sentire allegro e mi ha quasi guarito la mano. È una ripartenza, una voglia di ripartire, di allegria“.

Le parole di Jovanotti

Ed è una ripartenza per Morandi ma anche per Jovanotti che ha parlato di Morandi come “una specie di ‘garante’ artistico del carattere migliore degli Italiani, quello positivo, indomito, capace di reinventarsi, talentuoso, romantico, poetico e lavoratore. Quando ci siamo parlati dopo l’incidente ho iniziato a pensare a una canzone e riascoltando il demo de L’allegria mi è sembrata giusta perché parlava di lui, ma aveva dentro qualcosa su quello che lui incarna nel suo essere Gianni Morandi“. La canzone, in effetti, è “jovanottiana“, è evidentemente uscita da una delle sue session, solo che ha la voce riconoscibilissima di Morandi, una crasi perfetta tra i loro due mondi: “Morandi è Morandi, lui è più di un duetto, lui contiene nella sua voce milioni di Italiani e italiane” ha detto Jova. La canzone è anche usata da Sky per accompagnare le partite dell’Italia durante Euro 2020.

L’incidente e un mese di ricovero
Durante la presentazione Morandi ha anche ripercorso i momenti dell’incidente e quello che è avvenuto dopo: “Pensavo fosse una stupidaggine, io sono caduto dentro a una buca di un metro, dove butto sempre rami, poi chiamo la Protezione civile per fare un fuoco e loro mi dicono di stare attento… così faccio questo fuoco che si era calmato, ma era rimasto fuori un pezzo di legno verde che era rimasto dalla mattina e cercando di spingerlo dentro sono caduto” ha detto il cantante che ha spiegato anche il dolore provato mentre cercava di tornare a casa dopo essere riuscito a uscire dal fosso che era diventato un braciere. “Ci ho messo 20 minuti per fare pochi metri, piangendo come un matto, poi ho detto ad Anna mettiamo la mano sotto l’acqua, invece lei ha capito che era una cosa grave e ha chiamato l’ambulanza” ha chiosato il cantante.