18 Ottobre 2021

Radio Enny Sound

il suono della musica

Michele Bravi canta le Falene con Sophie: “Questa canzone è la parte erotica del mio album”

Michele Bravi definisce “Falene”, il singolo pubblicato qualche giorno fa, in cui duetta con Sophie and the Giants, come le vane erotica di quel racconto dell’oscurità che era “La geografia del buio”, il suo ultimo album. “Falene” è un pezzo che potremmo definire estivo, sebbene la categorizzazione le starebbe stretta.

Michele Bravi definisce “Falene“, il singolo pubblicato qualche giorno fa, in cui duetta con Sophie and the Giants, come le vane erotica di quel racconto dell’oscurità che era “La geografia del buio“, il suo ultimo album. “Falene” è un pezzo che potremmo definire estivo, sebbene la categorizzazione – in sé talvolta con accezione negativa – le starebbe stretta. Non aspettatevi il solito ritmo latino, ma il brano è quello che ci si poteva aspettare da un Michele Bravi con la voglia di “alzare le mani” per citare quanto ha detto a Fanpage.it, con cui, assieme a Sophie, ha parlato di questo lavoro.

Come nasce Falene?

Falene è un nuovo capitolo di un disco che ho pubblicato a gennaio. Questo disco parlava di come convivere con il buio e si chiamava La geografia del buio. Questa canzone ne è un nuovo capitolo nato dal fatto che ho individuato questa immagine degli animali notturni, che sono tra quelli più misteriosi, poi c’è anche un significato tribale, c’è chi dice, infatti, che siano fate o addirittura streghe che stanno cercando un corpo da abitare, quindi anime che vagano. Credo che tante persone si siano sentite almeno una volta, nella propria vita, degli animali notturni. Nel disco parlavo di come convivere con il buio e le falene ci convivono quotidianamente, costantemente, però sanno anche esattamente come muoversi attorno agli spigoli luminosi della luce.